30 Settembre 2020
personaggi
percorso: Home > personaggi > I Medici

Lorenzo de´ Medici

Nipote di Cosimo il Vecchio, figlio di Pietro de´ Medici e di Lucrezia Tornabuoni, Lorenzo de´ Medici detto "Il Magnifico" nacque il 1 gennaio 1449 a Firenze.
Sin da piccolo ricevette un´educazione umanistica e, appena sedicenne, si rivelò un abile uomo politico nelle missioni che gli furono assegnate a Napoli, Roma e Venezia. Riuscì, fra l´altro, con l´offerta di onori ed oro, a portare dalla parte dei Medici, Luca Pitti, il più grande alleato dei loro avversari politici.
Nel 1469, anno della morte del padre Piero, si sposò con la nobile Clarice Orsini che gli diede i figli Piero, Giovanni (il futuro Leone X), Giuliano e quattro figlie (Lucrezia, Maddalena, Luisa e Contessina). Per la prima volta un Medici sposava una donna di famiglia nobile, stabilendo un´alleanza tra Medici e Orsini che sarà la chiave per l´arrivo della prima porpora cardinalizia in famiglia, quella proprio di suo figlio Giovanni.
Alla morte del padre accettò di diventare signore di Firenze, guidando la città affiancato dal fratello minore Giuliano, ma consolidando in breve tempo un vastissimo potere personale; infatti, Giuliano, riconoscendone le qualità superiori, lasciò immediatamente i compiti di governo al fratello.

Nei primi anni di governo, Lorenzo mostrò di essere un fine ed accorto diplomatico, conducendo una politica interna volta a rinforzare le istituzioni repubblicane senza perdere il favore popolare, ottenendo così un potere più saldo e più legale che gli ha consentito di assegnare alla città il ruolo di stato moderatore della politica italiana.
Dove non arrivava la diplomazia, Lorenzo comunque non mancò di mostrare la necessaria forza per sopprimere le ribellioni delle città confinanti, prima contro Prato e poi nel 1472 nella guerra di Volterra.
Nella politica estera Lorenzo non mancò di opporsi alle mire territoriali del Papa Sisto IV, il quale fu il mandante della mano armata che cercò di uccidere Lorenzo, riuscendo tuttavia ad assassinare il fratello Giuliano, episodio noto come "La congiura dei Pazzi" avvenuto nel 1478.
I Pazzi erano una famiglia fiorentina rivale dei Medici che, col sostegno del papa, cercò di destituire i Medici, ma Lorenzo rimase solo ferito nell´agguato e la sua vendetta fu immediata, molti della famiglia Pazzi furono impiccati e tutti i beni confiscati.
Il fallimento della congiura provocò l´ira di papa Sisto, intimorito dal rafforzamento del potere mediceo su Firenze, che lanciò la scomunica a Lorenzo e successivamente l´interdetto contro la città: in breve, si ebbe la guerra.
Firenze si alleò con la Repubblica di Venezia e con il Ducato di Milano per contrastare il Papa e i suoi alleati, la Repubblica di Siena e Ferdinando di Napoli, ma la situazione per Firenze si era fatta critica, l´alleanza fiorentina fu sconfitta dal Re di Napoli nella battaglia di Poggio Imperiale del 1479. Così il Magnifico si recò il 6 Dicembre del 1479 a Napoli per cercare di stipulare un patto di non belligeranza con Ferdinando, che accettò, rendendosi conto della potenza che avrebbe potuto assumere lo stato della Chiesa negli anni futuri. Al ritorno in città Lorenzo fu salutato dai fiorentini come salvatore della patria. Sisto IV, ormai solo, fu costretto a cedere, offrendo la pace a Firenze.
Il prestigio interno e internazionale del Magnifico si rafforzò enormemente per l´abilità diplomatica e il carisma con cui riuscì da un lato a sgretolare la coalizione anti-fiorentina, e dall´altro a mantenere unite le forze interne alla Repubblica.
Forte di questi successi Lorenzo, approfittando del momento favorevole, strinse il potere nelle sue mani istituendo il Consiglio dei settanta, organo di governo formato da fedelissimi della famiglia che diminuì l´autorità dei Priori e del Gonfaloniere di giustizia. Con il nuovo pontefice, Innocenzo VIII, i Medici si legarono ancora di più al papato, visto che Il Magnifico era convinto che l´alleanza tra Firenze, Napoli e lo Stato della Chiesa avrebbe tenuto gli stranieri lontani dal suolo italiano.
Divenuto l´ago della bilancia della politica italiana, a partire dal 1479 iniziò una politica di alleanze con città come Lucca, Siena, Perugia, Bologna. Nel 1482 Lorenzo il Magnifico si alleò con il Ducato di Milano per contrastare la città di Ferrara; poi si alleò con il Papa contro la Repubblica di Venezia. Quando il Papa Innocenzo VIII mosse guerra a Ferdinando di Napoli, decise di allearsi con quest´ultimo.
La pace nel 1486 tra Papa Innocenzo VIII e Ferdinando fu merito di Lorenzo il Magnifico.
Lorenzo, oltre ad essere un grande mediatore, fu elogiato per il suo il generoso mecenatismo e legò il suo nome al periodo di massimo splendore del Rinascimento fiorentino, circondandosi di intellettuali – il Poliziano, Marsilio Ficino, Pico della Mirandola, Leom Battista Alberti – e di artisti quali Botticelli e il giovane Michelangelo.
Fu egli stesso uno scrittore piuttosto eclettico, sia in versi sia in prosa.
Molteplici sono gli aspetti della sua attività letteraria: vari i generi affrontati, le tecniche... Egli stesso si compiace di descriversi come un raffinato dilettante, incline a intendere l´esercizio letterario come evasione dalle faccende politiche quotidiane. Questo carattere sperimentalistico della sua produzione è in realtà tipico di tutto il ´400, specialmente di quegli scrittori che preferivano scrivere in volgare. Lorenzo, nelle sue opere, si appropria del mondo degli interessi e dei gusti di tutte le classi sociali che compongono il dominio della sua signoria: contadini, ceto borghese, intellettuali e aristocratici. Per ognuna di queste classi egli mostra di avere la giusta considerazione, rafforzando il proprio prestigio di signore preoccupato del bene dei sudditi.
Morì nella villa di Careggi nel 1492, lasciando un grande vuoto nel ruolo di ago della bilancia della storia d´Italia, che aveva ricoperto così eccezionalmente.

[dove mangiare a firenze]
[shopping a firenze]
[]
[]
[Prenota hotel a firenze]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account