30 Settembre 2020
percorso: Home

Chianti

Dimensione: 5,21 MB
Scarica l'itinerario della guida I Love Firenze
Il territorio del Chianti, con il suo susseguirsi di colline, vigneti, castelli, chiese, badie, monasteri e casolari, si trova nel cuore della Toscana, fra Firenze e Siena ed è uno dei luoghi che meglio ha conservato, nei secoli, la propria identità. Pur essendo conosciuto in tutto il mondo soprattutto per la sua produzione vinicola, il Chianti nasconde tesori e bellezze artistiche e naturali inestimabili.
Ne è un esempio Greve in Chianti, un antico borgo che si apre, a pochi chilometri da Firenze, su dolci declivi ai piedi del castello di Montefioralle.
La sua posizione favorevole, all’incrocio di tre importanti vie di pellegrinaggio, la via Chiantigiana, la via per il Valdarno e la via per la Val di Pesa, ne favorì, fin dal XIII secolo, il fiorente sviluppo commerciale. Tuttora la struttura urbana del borgo, difatti, riflette questa origine, articolandosi attorno all’ampia e caratteristica piazza a forma di triangolo allungato, circondata da portici un tempo destinati alle esposizioni delle merci e oggi abitati da ristoranti, alberghi, negozi e botteghe artigiane. Dopo aver passeggiato nelle strade caratteristiche del borgo e aver degustato le specialità enogastronomiche che Greve offre generosamente, si potrà procedere nella visita di alcune frazioni limitrofe. Due strade che si diramano entrambe dalla periferia settentrionale di Greve conducono, risalendo la valle, a due luoghi di eccellenza, il castello di Uzzano e il castello di Montefioralle.
Il primo era un castello di dimensioni relativamente piccole che, nel 1269, subì l’abbattimento delle torri e delle mura per mano dei ghibellini. Nella struttura attuale, ancora imponente, rimangono soltanto un tratto delle vecchie mura di pianta rettangolare e una torre angolare.
Affascinante e suggestivo l’antico castello medievale di Montefioralle, uno dei meglio conservati di tutto il territorio del Chianti. Posto su un’altura da cui si domina l’alta valle della Greve, L’abitato, con le sue caratteristiche viuzze e la sua atmosfera magica, è racchiuso in un circuito murario di forma ellittica, in buona parte conservato. Al centro, nella parte più alta, si trova la chiesa di Santo Stefano. A breve distanza, fuori le mura, si trova l’antica pieve di San Cresci.
Percorrendo la via Chiantigiana, tra macchie di querceti e vigneti, si raggiungerà Panzano, un piccolo borgo che mostra i resti dell’antico castello di forma rettangolare nella porta di accesso e nella torre del cassero che si affaccia nella piccola piazzetta all’interno della cinta muraria. La nostra passeggiata nei dintorni di Greve in Chianti terminerà a Lamole, un antico borgo dominato anch’esso dal castello, ben visibile al centro della sua valle di castagni e larici.
Posto su di uno sprone di roccia e circondato da boschi fin da tempi lontani, il castello di Lamole ha conservato la sua posizione strategica a difesa dei confini fiorentini assunta durante la guerra tra Firenze e Siena (1555). L’insediamento del castello si presenta come un insieme di case, più o meno alte, poste in forma ellittica a costituire le cinta murarie di difesa. Ad oggi solo sul versante che guarda a nord-ovest si possono osservare a tratti i resti delle vecchie mura. Il borgo, le cui unità abitative conservano ancora molti degli aspetti architettonici medievali, è attraversato in tutta la sua lunghezza da due piccole strade che corrono parallele e che formano tre piccole piazze: la principale è posta al termine dell’abitato e dello sprone di roccia su cui l’intero borgo si posa.
[dove mangiare a firenze]
[shopping a firenze]
[]
[]
[Prenota hotel a firenze]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account